Area riservata

La Costituzione scende in campo... al Prudenzano

Tu sei qui

Home

Domani, 2 febbraio 2019, si svolgerà presso la nostra scuola un interessante incontro tra i ragazzi delle classi 2^A e 2^B della scuola secondaria di primo grado ed alcuni nomi illustri, “scesi in campo” in prima persona per diffondere tra le giovani generazioni il tema della legalità, gli avvocati Domenico Facchini e Corrado La Grasta, autori del libro “E’ un  gioco da ragazzi. La Costituzione scende in campo con parole semplici”, accompagnati dal professor Vincenzo Di Maglie dell’IISS Luigi Einaudi di Manduria, anima ispiratrice di questo ambizioso progetto che coinvolge tutte le scuole del territorio di Manduria.

Cinque dodicenni, un torneo di calcio estivo e il loro primo approccio con i valori più importanti per la vita di una persona: il rispetto delle regole, l'accoglienza dell'altro, l'aiuto reciproco. Ad accompagnarli in questo percorso c'è il signor Franco, maresciallo dei Carabinieri in pensione e custode del campo da calcio comunale. Sarà per loro una sorta di guru e li aiuterà a scoprire la regola fondamentale per ogni cittadino italiano: la Costituzione.

La storia illustrata di questi cinque ragazzi è lo spunto per raccontare ai più giovani i princìpi e i simboli della nostra carta costituzionale, insieme alle storie degli italiani e delle italiane che l'hanno scritta, con le parole ma anche con la propria vita.

"Un gioco da ragazzi sì - come recita il titolo - ma che vale la pena a far crescere uomini giusti e responsabili, quale che sia il rispettivo ambito professionale ed esistenziale": ce lo ricordano nella prefazione il giornalista e telecronista Bruno Pizzul, voce storica per il calcio italiano, e il commissario tecnico della Nazionale azzurra, Cesare Prandelli.

I ragazzi, appassionati dalla lettura del libro già fatta in classe con la guida delle docenti di Lettere, Lucia My e Stefania Maiorano, svolgeranno con gli autori un vero e proprio laboratorio di legalità, partendo da principi e valori fondamentali come il rispetto della persona e della sua dignità.

 “Un gioco da ragazzi” rappresenta dunque la metafora del gioco della vita, in cui il rispetto delle regole, che altro non è se non la legalità, è determinante per la buona riuscita del gioco stesso.